Domande Javascript Per Il Colloquio Di Tirocinio

| | | | | | | | | | |

Hai inviato la tua domanda per uno stage e pochi giorni dopo ricevi un’email dal responsabile delle assunzioni. Hai attirato la loro attenzione e vogliono fissare un colloquio per saperne di più su di te e sulla tua esperienza. Congratulazioni! Ora che hai un colloquio in programma, il passo successivo è quello di prepararti per alcune domande comuni per il colloquio di tirocinio che potresti ricevere.

Ricevere un colloquio è un grosso problema. Per distinguerti da tutti gli altri candidati, dovrai mostrarti come un professionista che ha le carte in regola per il lavoro.

In questa guida, andremo a passi attraverso le prime sette domande comuni che emergono nei colloqui di tirocinio. Forniremo anche risposte di esempio a queste domande, che puoi utilizzare per informarti su come rispondere ad esse.

Le 7 domande più comuni per i colloqui di tirocinio

#1: Raccontaci di te.

I datori di lavoro sanno che i colloqui di lavoro possono intimidire. Se stai cercando uno stage, è improbabile che tu abbia molta esperienza nel colloquio per un lavoro. I datori di lavoro fanno questa domanda per aiutare a rompere il ghiaccio e seguono l’intervista.

Se ti viene posta questa domanda, ci sono alcuni punti che dovresti evidenziare:

  • Chi sei? L’unica impressione che un datore di lavoro ha di te finora potrebbe essere quella che ha letto sul tuo curriculum e sulla lettera di presentazione. Quando fanno questa domanda, stanno cercando di ottenere più contesto su chi sei e cosa ti interessa.
  • Che cosa hai realizzato? Una volta che ti sei presentato, dovresti parlare di alcuni dei tuoi principali risultati. Discuti del tuo anno di studio, dei voti, dei progetti di ricerca o di qualsiasi altra cosa che ritieni mostri le tue capacità.
  • Dove vuoi andare in futuro? Avere un’idea di dove vuoi essere in futuro è un buon segno che sei consapevole di te stesso e ti preoccupi dei progressi professionali. Questi sono due attributi che i datori di lavoro cercano attivamente nei colloqui di lavoro, quindi dovresti dedicare un po’ di tempo a parlare dei tuoi obiettivi a lungo termine.

Ci sono alcuni altri modi in cui questa domanda potrebbe essere formulata . Ad esempio, ti potrebbe essere chiesto:

  • "Dacci un po’ di informazioni su chi sei e cosa ti interessa."
  • "Parlaci della tua esperienza lavorativa ed extracurriculari."

Ecco un esempio di risposta che potresti dare a questa domanda:

"Certo! Sono Hannah, una studentessa del primo anno della Stanford University che attualmente studia informatica. Ho scoperto la programmazione quando avevo nove anni. Da allora, sono stato immerso nella risoluzione di problemi utilizzando il codice.

Al college , partecipo al club di computer del campus, dove discutiamo degli ultimi sviluppi nel software e nell’hardware e condividiamo i minicomputer che abbiamo costruito. Ho mantenuto un GPA di 3.9 nella mia classe. Sono anche un mentore volontario per un programma che aiuta gli studenti delle scuole superiori a iniziare a programmare.

In futuro, voglio diventare un ingegnere del software. Dopo aver letto del tuo programma di tirocinio, molti dei tuoi valori, come la crescita a lungo termine e l’investimento nei tuoi dipendenti, mi hanno profondamente colpito. Penso anche che il tuo posto di lavoro sarebbe un ottimo posto per me per sviluppare un’esperienza professionale pratica risolvendo problemi difficili."

#2: Perché sei interessato a questo tirocinio ?

I datori di lavoro fanno questa domanda per valutare se i tuoi obiettivi e ambizioni di carriera a lungo termine sono in linea con ciò che l’azienda può offrirti. L’ultima cosa che un datore di lavoro vuole fare è assumere uno stagista che, sebbene dotato di talento, non prospererebbe nel proprio ambiente di lavoro.

Prima di iniziare il colloquio, dovresti dedicare del tempo a fare ricerche sull’azienda. Che cosa fanno? Cosa ti interessa di loro? Fare questa ricerca ti aiuterà a creare un risposta convincente a questa domanda e mostra a un datore di lavoro quanto sei appassionato dell’opportunità per cui ti sei candidato.

Nella tua risposta, dovresti discutere di ciò che speri di imparare. Quindi, dovresti parlare di come questo si allinea con gli obiettivi a lungo termine dell’azienda o con la sua visione.

Supponiamo che tu stia facendo domanda per uno stage come ingegnere del software. Potresti usare questa risposta per rispondere a questa domanda:< br>

"Da quando avevo dieci anni, programmavo. Mi piace usare il codice per aiutare a risolvere i problemi e sono affascinato dal fatto che un programma abbia il potenziale per aiutare milioni di persone di persone ar e il mondo.

Sono davvero entusiasta di questa opportunità. Sembra che tu stia lavorando su una serie di sfide tecniche e mi piacerebbe vedere come posso aiutarti a risolverle. Sono particolarmente affascinato dal tuo impegno nell’aiutare i giovani ingegneri ad avanzare nella loro carriera anche attraverso il tutoraggio."

#3: Raccontaci di quando hai dovuto imparare qualcosa di nuovo .

I tirocini sono ottimi ambienti per imparare, perché c’è sempre qualcosa di nuovo da fare. I datori di lavoro vogliono assumere qualcuno che abbia una mentalità di crescita ed è in grado di stare al passo con tutto ciò che sta accadendo all’interno dell’azienda.

Per rispondere a questa domanda, dovresti pensare a un’occasione in cui hai avuto per imparare qualcosa di nuovo. Spesso è meglio fornire un esempio che è al di fuori della tua principale area di interesse, che ti aiuterà a mostrare come impari in ambienti al di fuori della tua cerchia di competenza.

Ecco un esempio di risposta a questa domanda:

"A scuola, ho deciso di iscrivermi a un corso di introduzione alla filosofia. Questo era al di fuori del mio campo di interesse, l’informatica, ma sentivo che sarebbe stato un buon modo per ampliare le mie conoscenze.

Prima di iscrivermi, ho deciso di fare alcune ricerche preliminari sulla filosofia in modo da avere un contesto di base prima di iniziare il corso. Poi, ho parlato con alcuni studenti attuali per aiutarmi a iniziare. Ho anche partecipato a un gruppo di studio con i miei compagni studenti per assicurarmi di essere sempre aggiornato sul mio lavoro e per aumentare la mia esposizione a prospettive diverse sugli argomenti che stavamo imparando."
< /p>

#4: Parlaci di un progetto che hai realizzato dall’inizio alla fine. Cosa hai imparato da questa esperienza?

Anche se potresti non condurre il tuo progetto come stagista, dovrai comunque contribuire ai progetti aziendali.

Datori di lavoro fai questa domanda per sapere come lavori. Come ti approcci a lavorare su nuovi progetti? Sei di mentalità aperta? Ti piace passare il tuo tempo a risolvere grandi sfide? Riesci a rispondere rapidamente alle modifiche delle informazioni?

Nella tua risposta, dovresti parlare di un progetto che hai completato, che si tratti di un compito, un progetto di classe, un progetto di laboratorio o qualcos’altro. Dovresti anche discutere di come hai contribuito al progetto. Se era un progetto di squadra, che responsabilità ti sei assunto? Quindi, dovresti discutere i modi specifici in cui hai contribuito al progetto.

"Nel corso di sviluppo aziendale, io e un team di altri tre studenti abbiamo avuto il compito di trovare modi in cui un’azienda potesse migliorare il proprio cliente tassi di fidelizzazione. Questo è stato un progetto di un mese che ha comportato molto lavoro collaborativo.

Ho iniziato facendo un elenco delle mie idee su come l’azienda potrebbe migliorare i loro tassi di fidelizzazione dei clienti. Poi ho incontrato il mio team per discutere i loro pensieri e siamo andati tutti in giro ed abbiamo esaminato ogni suggerimento che ognuno ha fatto. Questo ci ha portato a restringere il campo a quattro consigli, che era il requisito per completare l’incarico.

Ho preso l’iniziativa di scrivere una di queste raccomandazioni. Ciò ha comportato la definizione del mio processo di pensiero, la raccolta di dati a sostegno della raccomandazione e la stesura della bozza finale. Ho quindi presentato la mia raccomandazione ai miei colleghi per la loro revisione e ho rivisto anche ciascuna delle loro raccomandazioni. Alla fine abbiamo ricevuto una A per questo progetto, a causa del nostro pensiero creativo e della natura attuabile dei nostri consigli."

#5: Quali sono i tuoi punti di forza?

I datori di lavoro fanno questa domanda per valutare quanto sei consapevole di te stesso e per saperne di più sui tratti caratteriali che ritieni meglio descrivano te stesso.

Pensa alle tue abilità principali. Sei un buon comunicatore? Sei in grado di utilizzare uno specifico processo di vendita nel tuo lavoro? Hai esperienza di lavoro con il pubblico?

Dovresti discutere due o tre dei punti di forza che identifichi nella tua risposta a questa domanda. Inoltre, dovresti sostenere ciascuno dei tuoi punti di forza con un esempio di come li hai rafforzati. Questo aiuterà un datore di lavoro a vedere che hai un punto di forza a titolo di esempio, piuttosto che semplicemente sentirti dire che sei abile in qualcosa.

"Uno dei miei punti di forza principali è che sono affidabile. Nel mio ultimo tirocinio, mi sono state date molte responsabilità, il che mi ha fatto capire quanto fosse importante essere affidabili. Sono molto orgoglioso di mantenere i sistemi organizzativi in ‚Äã‚Äãmodo da poter rimanere al passo con il mio lavoro. Quando sto dando un nuovo incarico, lo suddividerò nelle sue componenti principali e creerò una sequenza temporale per assicurarmi di essere nei tempi previsti. Questo comportamento mi ha permesso di completare il progetto principale che mi è stato assegnato nel mio ultimo stage una settimana prima del previsto."

#6: Raccontaci del tuo traguardo più orgoglioso.

I datori di lavoro fanno questa domanda per saperne di più sul tipo di lavoro che ti piace fare. Vogliono sapere di quali progetti sei orgoglioso in modo che possano valutare se possono coinvolgerti in quel tipo di lavoro durante il tuo tirocinio.

Se ti viene posta questa domanda, dovresti parlare su qualcosa di cui sei davvero orgoglioso, anche se non suona cosi impressionante come qualcos’altro che potresti menzionare. Sei davvero orgoglioso di un sito web che hai costruito al college? Se è cosi, menzionalo nella tua intervista.

Quando rispondi a questa domanda, dovresti anche discutere del motivo per cui sei orgoglioso del tuo risultato. è stata una buona esperienza di apprendimento? Il tuo lavoro è stato ripagato in un modo che non ti aspettavi? Il tuo progetto ha avuto un impatto?

"Il mio risultato più orgoglioso è stato completare la mia tesi del primo anno per il mio corso di marketing. In questo progetto, ho sviluppato una campagna di social media marketing per un’azienda di moda.

Durante questo progetto, ho dovuto scomporre le esigenze dell’azienda e comprenderne i vincoli, sia operativi che finanziari, quindi ho progettato una campagna che ha permesso loro di mettersi in mostra in modo efficace uno dei loro nuovi prodotti.

Sono davvero orgoglioso di questo progetto perché ho potuto lavorarci dall’inizio alla fine e perché ha coinvolto un molti problemi di risoluzione. Ad esempio, la mia campagna iniziale era molto oltre il budget. Ho dovuto tornare indietro, ripensare al mio approccio e analizzare i modi in cui potevo rendere la mia campagna più conveniente mantenendo comunque il suo impatto."< /em>

#7: Come dai la priorità al tuo lavoro?

I tirocini sono esperienze lavorative reali. Se sei in ritardo nella consegna di un incarico, avrà un impatto diretto su un’azienda.

I datori di lavoro vogliono sapere che sei bravo a organizzare il tuo lavoro e che sei in grado di stabilire le priorità in modo efficace quando sei dato più compiti su cui lavorare. In effetti, i datori di lavoro vogliono assumere persone di cui possono fidarsi per svolgere il lavoro che è stato loro assegnato, anche se c’è molto lavoro da svolgere.

Per rispondere a questa domanda, tu dovrebbe fornire un esempio di una situazione in cui dovevi gestire un carico di lavoro pesante. Parla di come hai inizialmente riconosciuto che avevi bisogno di dare la priorità al tuo lavoro, quindi discuti i passaggi che hai intrapreso per assicurarti di essere in grado di completare tutto il tuo lavoro in tempo. Ecco un esempio di risposta a questa domanda:

"Lo scorso semestre mi sono trovato con una vasta gamma di compiti da completare, oltre a una tesi. Di conseguenza, ho dovuto concentrarmi sulla priorità del mio lavoro.

In primo luogo, ho fatto un elenco di tutti i miei impegni in modo da sapere su cosa dovevo lavorare e quanto lavoro doveva essere fatto. Quindi, ho classificato tali impegni in ordine di importanza e per quanto tempo ci sarebbe voluto per completarli. Questo mi ha aiutato a identificare quale lavoro doveva essere svolto immediatamente e quale lavoro poteva essere ritardato fino al futuro.

Il mio approccio organizzativo mi ha aiutato a consegnare tutti i miei incarichi in tempo . Sono stato anche elogiato più volte per la qualità del mio lavoro, il che mi ha reso ancora più sicuro del mio sistema di priorità del lavoro."

Conclusione

I colloqui di tirocinio possono essere snervanti. Se fai bene, potresti ottenere il lavoro; se commetti un errore, potresti dover ricominciare tutto da capo nella tua ricerca di lavoro.

Per prepararti al colloquio di tirocinio, considera come risponderesti ad alcune domande comuni del colloquio. Questo ti aiuterà a rafforzare la tua sicurezza e a iniziare a pensare a come reagiresti se durante il colloquio si presentassero scenari diversi.

Potrebbe anche essere utile fare una prova con un amico o un familiare. Qui è dove ti farai fare un elenco di domande in un ambiente simile a un’intervista. Le prove sono un ottimo modo per prepararsi all’intensità di un colloquio e ottenere un feedback sulle risposte.

Se ti prepari a sufficienza, non dovresti avere problemi a posizionarti come il candidato giusto per il tirocinio!