Confronto Javascript E Operatori Logici

| | | | | |

Abbiamo incontrato per la prima volta gli operatori quando eravamo bambini che imparavano l’aritmetica alle elementari. Gli operatori sono i simboli tra due operandi. Nello sviluppo web, utilizziamo gli operatori per confrontare due valori per determinare se un’espressione è vera o falsa. In questo articolo, daremo un’occhiata agli operatori di confronto (noti anche come relazionali) e di uguaglianza ‚Äì sono i due tipi più comuni di operatori che incontrerai in JavaScript.

Ci saranno momenti nella creazione della logica per risolvere i problemi in cui dovrai utilizzare operatori di confronto o relazionali per eseguire il rendering condizionale di qualcosa allo schermo. Diamo un’occhiata a quelli più comuni che vedrai nel tuo codice. Ecco l’oggetto che useremo per i prossimi operatori:

  1. in ‚Äì usa l’operatore in per vedere se c’è una proprietà nel tuo oggetto:
  1. instanceof ‚Äì usa l’operatore instanceof per chiedere se un oggetto è un’istanza di una classe o di una funzione di costruzione.
  1. Minore di ( < ), Minore o uguale a ( <= ) ‚Äì Un operatore di confronto che restituisce vero in un’istruzione condizionale se l’operando A è minore dell’operando B. Lo vediamo più comunemente quando creiamo un ciclo for:
  1. Maggiore di ( > ), Maggiore o uguale a ( >= ) ‚Äì Un operatore di confronto che restituisce vero in un’istruzione condizionale se l’operando A è maggiore dell’operando B. Viene utilizzato abbastanza spesso quando si cerca di trovare il numero massimo in un array:

Nota: >= non è uguale a =>. Quest’ultimo è utilizzato per le funzioni delle frecce grandi nella sintassi JavaScript ES6.

Operatori di uguaglianza

Simile agli operatori di confronto, anche gli operatori di uguaglianza restituiscono un valore booleano che dichiara se un’espressione è vera o meno.

Uguaglianza ( == ) rispetto a identità ( === ) ‚Äì Quando vediamo i segni di uguale ( = ) in JavaScript , un segno di uguale è un operatore di assegnazione e non quello a cui eravamo abituati quando eravamo in classe di matematica.

Due segni di uguale sono rigorosamente un operatore di uguaglianza. Controlla solo se i valori sono uguali tentando di convertire i valori nel tipo di dati dell’altro. Questa operazione è chiamata coercizione del tipo.

Analogamente, se vediamo un botto/punto esclamativo insieme a un segno di uguale ( != ), noto come operatore di disuguaglianza, confronta due valori per vedere se gli operandi non sono in numero uguale. Non controlla il tipo.

Al contrario, l’operatore identità, tre segni di uguale ( === ), verifica il tipo e il numero quando confronta i due valori.

Proprio come l’operatore di disuguaglianza, l’operatore di non identità ( !== ) controlla se gli operandi sono disuguali. Inoltre, controlla anche il tipo. Se lo sono, la condizione è vera e restituirà true. In caso contrario, restituirà false.



Considerazioni finali

Gli operatori di confronto e uguaglianza sono essenziali per costruire la logica nella programmazione. Quando confrontiamo l’operando sinistro con l’operando destro, usiamo gli operatori di uguaglianza per vedere se i valori sono uguali in tipo, non in tipo, in tipo e numero, o non in tipo e numero. Inoltre, utilizziamo gli operatori di confronto per aiutare con la logica che renderà un’interfaccia utente (UI). Quando ti senti a tuo agio con questi operatori, controlla gli operatori logici, l’operatore ternario e gli operatori bit a bit!

Pronto per ulteriori tutorial su JavaScript?

Dai un’occhiata!

Operatore ternario JavaScript: una guida passo passo

JavaScript Switch Case: una guida passo passo

JavaScript Syntax: una guida per principianti