Sintassi Javascript

| | | | | | |

Se stai cercando di imparare a scrivere JavaScript, sei nel posto giusto.

Ogni linguaggio di programmazione ha le sue regole, proprio come l`inglese. Pensaci. Quando eri alle elementari, hai imparato le regole grammaticali per strutturare le frasi.

Proprio come l`inglese, i linguaggi di programmazione seguono le regole per garantire che tutti possano capire ciò che viene detto. Immagina se potessimo creare tutti le nostre regole quando usiamo l`inglese. Nessuno poteva comunicare. Allo stesso modo, i linguaggi di programmazione "sono rigidi sulle regole in modo che il codice che scrivi possa essere eseguito.

In questa guida tratteremo la sintassi JavaScript. La sintassi si riferisce all`insieme di regole che definiscono il modo in cui il codice viene scritto in JavaScript.

Perché la sintassi è importante?

In JavaScript, devi seguire determinate regole di sintassi. Ad esempio, se non si chiude un hook dopo averlo aperto, verrà restituito un errore. Il computer non può continuare a eseguire il tuo programma perché non capisce cosa gli stai dicendo di fare.

Questo merita un`importante distinzione tra computer e esseri umani: mentre gli esseri umani possono essere in grado di identificare l`occasionale errore e saltalo, i computer non possono fare lo stesso quando eseguono il codice in qualsiasi linguaggio di programmazione. Questo è il motivo per cui è importante scrivere codice usando la sintassi del linguaggio di programmazione con cui stai lavorando.

La sintassi rende anche il tuo codice più leggibile. Quando tutti usano la stessa sintassi, è facile interpretare i programmi degli altri. Proprio come in inglese, una volta che conosci le regole di base, non ci sono più righe di codice che non puoi leggere.

In questa guida, ci concentreremo sulle seguenti funzionalità di sintassi:

  • Spazi bianchi
  • Denominazione delle variabili
  • Prelievo
  • Commenti
  • Punto e virgola

Andiamo!

Spazi bianchi

I programmatori discutono costantemente di spazi bianchi. È un argomento molto controverso. Mettendo da parte questi dibattiti per un minuto, c`è una regola chiave che devi ricordare quando si tratta di sintassi JavaScript: dovresti avere spazi tra le variabili e parentesi prima e dopo

Supponiamo di scrivere un loop per:

Questo ciclo stampa tutti i numeri compresi tra 0 e 4. come puoi vedere C`è uno spazio tra il nostro e il supporto per l`apertura del nostro ciclo . C`è uno spazio tra la nostra parentesi graffa di chiusura (() e la parentesi graffa di apertura ({). C`è anche uno spazio tra tutte le istruzioni tra parentesi:

  • var i = 0;
  • i <4;

Quando assegni una variabile al di fuori di un ciclo , utilizzerai lo stesso approccio:

var biscuit = "raspberry Chocolate Chip";

L`aggiunta di spazi tra yo Le nostre variabili semplificano la lettura della creazione del codice.

A differenza di altre programmazioni lingue, puoi scrivere un programma JavaScript a riga singola. Non è una buona idea - pensa a quanto sarebbe difficile leggere il tuo codice - ma puoi comunque farlo.

Qualsiasi istruzione che si trova all`interno di un blocco di codice - come un`istruzione condizionale if o una classe - deve essere rientrato. Il rientro si riferisce all`aggiunta di due spazi, quattro spazi o una tabulazione all`inizio del codice t. C`è molto dibattito tra i programmatori quale sia il migliore, ma finché mantieni il tuo codice coerente, non avrai problemi.

Ecco un fo indentato r loop:

Puoi vedere che il termine console.log() è stato rientrato con una tabulazione. Questo perché è contenuto nelle nostre parentesi graffe. Questo aiuta a distinguere il contenuto del nostro ciclo for dal resto del nostro codice. Se avessimo un altro blocco di codice nel nostro codice, come un`istruzione if, ne indenzieremmo ulteriormente il contenuto:

Questo codice stampa il valore di i se è uguale a tre. Altrimenti non succede nulla. In questo frammento, la nostra istruzione if è in rimozione di una scheda perché è nel nostro ciclo for. La nostra istruzione console.log() è indentata di due tab perché è contenuta nella nostra istruzione if, che a sua volta è contenuta nel nostro for istruzione.

Commenti

I commenti sono dichiarazioni scritte dagli sviluppatori, per gli sviluppatori. tecnicamente, sono letto da JavaScript, ma non verrà eseguito.

Lo scopo dei commenti è aiutare gli sviluppatori a tenere traccia del loro codice. Se stai implementando una funzione complessa, puoi scrivere dei commenti in modo da sapere cosa ogni parte della funzione lo fa. I commenti sono spesso usati nei progetti collaborativi come se ogni sviluppatore possa capire un programma, anche se non si sono scritti da soli

in JavaScript, i commenti sono scritti usando doppie barre, seguite da il commento: ..

Tutti i caratteri successivi a dopo che la doppia barra viene trattata come un commento. Per creare un commento su più righe, puoi utilizzare questa sintassi:

Qualsiasi testo compreso tra / * e * / verrà ignorato dal compilatore JavaScript.

Denominare le variabili

Ci sono molti modi diversi per nominare una variabile. I tre metodi più comuni utilizzano lettere maiuscole e minuscole e trattini bassi.

In JavaScript, la maggior parte degli sviluppatori preferisce utilizzare lettere minuscole per nominare le variabili:

firstName, surname, isAdmin

La dichiarazione della variabile è simile a JavaScript in questo modo:

var firstname = "Tony";

seguiamo il tipo di variabile che usi (in questo caso var) dal nome della variabile, poi dal segno uguale, quindi dal valore che vuoi memorizzare nella variabile.

La prima parola di una variabile deve inizia con una lettera minuscola, anche se la variabile è lunga solo una parola. La seconda parola e tutte le parole successive devono iniziare con una lettera maiuscola, come puoi vedere sopra.

Anche se puoi scrivere variabili usando altri metodi (come "first_name" in underscore o "FirstName" in cammello maiuscolo), non è comune farlo. in JavaScript.

Le variabili in JavaScript fanno distinzione tra maiuscole e minuscole . questo significa che firstname e firstname, pur contenendo gli stessi caratteri di base, verrebbero trattati in modo diverso.

Ci sono alcune parole chiamate "parole riservate‚ " che non puoi usare come nomi di variabili .queste sono parole hanno una funzione speciale in JavaScript ad esempio, non puoi nominare una variabile "class" o "for" perché sono già usate nel linguaggio

>

Puoi trovare un elenco di parole chiave JavaScript riservate sulla destinazione Mozilla Developer Network .

Punto e virgola

In inglese, ogni frase termina con un punto ; un punto. ti dice quando smettere di leggere una frase e iniziarne un`altra. Se ripensi agli anni della scuola elementare, probabilmente ti è stato detto che le frasi sono un luogo in cui fermarsi e riprendere fiato.

Programmi per computer. non "non hanno bisogno di riprendere fiato, ma hanno bisogno di sapere come le istruzioni sono suddivise in un programma in JavaScript, la maggior parte delle istruzioni termina con un punto e virgola:

var cookie = "Chocolate fondant"

Non è necessario specificare un punto e virgola dopo ogni blocco di dichiarazione. Si tratta di istruzioni come class, switch, do, if e for. Queste istruzioni utilizzano curly parentesi graffe per memorizzare il loro codice:

In questo codice, puoi vedere che abbiamo terminato la nostra istruzione return con un punto e virgola. È perché è nella nostra funzione. La nostra funzione non termina con un punto e virgola.

Conclusione

Ci sono molte regole nel linguaggio di programmazione JavaScript. Ognuna di queste regole assicura che stai scrivendo codice che tu e il browser potete leggere.Se lavori in un team , è particolarmente importante seguire le regole di JavaScript sintassi.

Ecco un riepilogo delle regole principali che abbiamo trattato:

Ora sei pronto per iniziare a scrivere codice in JavaScript come sviluppatore professionista!